Disegni da colorare per bambini: come apprendere con entusiasmo.

disegni da colorare per bambini

Grazie alla Dott.ssa Elena Campi oggi cercheremo di capire quanto sia importante per il bambino apprendere con la guida dell’entusiasmo di scoprire attraverso i disegni da colorare per bambini. 

Quante volte ci siamo chieste/i come fare in modo che nella fase dell’apprendimento del bambino siano coinvolte le emozioni “felici”? Cosa c’è di meglio di imparare, quindi, con entusiasmo attraverso l’uso del disegno e del colore?

Imparare attraverso la gioia 

Se un bambino impara con gioia, nella sua memoria resterà traccia dell’emozione positiva che gli dirà: “Ti fa bene, continua a cercare”.

Daniela Lucangeli, una della massime esperte di Psicologia dello sviluppo e dell’apprendimento, ha studiato a lungo il rapporto tra emozioni e apprendimento. Lo studio delle scienze cognitive ha permesso di osservare che nel momento in cui il cervello apprende, esso sperimenta emozioni positive e crea una traccia emozionale che sulla base di quel “ricordo” ci porterà a cercare di ripetere l’esperienza che produce benessere. Ecco perchè noi di Tascabimbi abbiamo sviluppato un’intera collana dedicata ai disegni da colorare per bambini: scopri ora.

Viceversa, se imparare ci porterà a sperimentare sensazioni negative, come ansia e paura, prevarranno risposte di allerta che ci condurranno a evitare il pericolo incontrato. Andiamo ad approfondire, dunque, come favorire fin dall’infanzia un rapporto positivo verso l’apprendimento, mediato dal disegno e dall’attività pittorica.

L’interesse verso il disegno e il colore: disegni da stampare e colorare

Più che indirizzare i bambini verso una determinata attività, risulta importante accogliere i loro spunti creativi: tutti i bambini, infatti, spontaneamente sono dei Picasso in erba.

Secondo la pedagogia montessoriana, esistono dei “periodi sensitivi”, ovvero delle fasi di curiosità e concentrazione, che spingono i bambini a selezionare dall’ambiente ciò che è loro necessario assorbire per la crescita. Per esempio, tra i 3 e i 6 anni sarà facile osservare nella maggior parte dei bambini un investimento spontaneo verso il disegno e le competenze grafo-motorie che sono prerequisiti per la scrittura e gli apprendimenti scolastici.

Infatti, una delle attività preferite dai bambini riguarda l’uso del colore. Lasciare un segno colorato, approcciarsi con i primi scarabocchi, genera curiosità e stupore fin dalla più tenera età e trova il suo sviluppo maggiore nell’età prescolare.

shop Tascabimbi Editore

Disegni da colorare quali materiali utili per un apprendimento piacevole 

Come genitori ed educatori possiamo incoraggiare questa naturale tendenza del bambino creando un ambiente che faciliti la libera espressione attraverso il colore e mettendo a sua disposizione fogli, forbici, pennarelli e tempere.

Ma non solo, affinché il bambino possa mettere in gioco le sue abilità può essere per lui fonte di apprendimento positivo l’uso di schede, disegni e immagini da colorare. Potrà quindi potenziare quelle competenze grafo-motorie indispensabili per gli apprendimenti scolastici, come impugnare in modo corretto la matita, controllare in modo fluido il gesto motorio e sviluppare la coordinazione oculo-manuale per padroneggiare il segno grafico.

Favorire la possibilità di cimentarsi con attività guidate, come ad esempio schede da colorare, permette di rassicurarsi, rinforzare tali competenze e potersi esprimere anche in modo creativo. Si tratta quindi di sostenere la naturale predisposizione del bambino alla conoscenza e all’apprendimento attraverso materiali che stimolino la curiosità e l’interesse verso il mondo che lo circonda.

Elena Campi – Psicologa Psicoterapeuta dell’età evolutiva